Dal momento in cui Apple si rivela sempre più in crisi, alcune società cinesi hanno stabilito di ridurre il costo di alcuni iPhone, nella speranza che le vendite possano riprendere la loro impennata. Una strategia che può funzionare?

Il problema che affligge la mela morsicata, si è presentato a livello internazionale. A quanto pare i consumatori (rispetto agli altri anni) avrebbero smesso di acquistare i melafonini per via dell’assenza di innovazione.

Retailer cinesi riducono il costo di iPhone XR: perché?

Le indiscrezioni parlano chiaro, gli ultimi melafonini sono un fallimento. Apple starebbe affrontando il problema riducendo la produzione di iPhone, perché l’azienda non può permettersi di tenere tante scorte in magazzino, senza che esse producano un profitto economico.

Ma la soluzione più tragica e mai vista nella storia di Cupertino, si riferisce al fatto che i venditori al dettaglio cinesi (sia presso gli store fisici che online) abbiano deciso di ridurre il costo rispetto al listino ufficiale, del modello meno performante a livello di vendite: iPhone XR.

Quanto è lo sconto dell’iPhone XR in Cina?

Anche i commercianti cinesi non riescono più a vendere gli ultimi melafonini top di gamma della società. In Cina per esempio, i negozianti hanno deciso di scontare iPhone XR anche del 20% in su rispetto al suo costo d’origine.

Le indiscrezioni per esempio, sostengono che la nazione dell’Asia Orientale proporrebbe iPhone XR anche ad un prezzo il cui risparmio arriva fino a €150 rispetto al listino Apple, a cui siamo abituati.

Purtroppo per Cupertino la situazione è davvero critica, dopo l’accaduto anche la borsa è crollata generando un caos nella gran parte dei mercati. Chissà se i melafonini riusciranno a ripartire dagli inizi del 2019 o se bisognerà cambiare ulteriormente la strategia di marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *