Da tempo sui forum più noti, non si fa altro che parlare dell’uscita di Android Q. Ma proprio nelle ultime ore è uscita la notizia che nessuno o quasi si aspettava. Sulla stessa versione del robottino verde l’esperto programmatore John Wu ha svelato di aver disponibile i permessi di root.

Com’è possibile che ci sia riuscito, senza che Mountain View non abbia ancora distribuito ufficialmente la nuova versione del suo sistema operativo? Non è la prima volta che l’esperto di modding si cimenti ad ottenere permessi “illeciti” sui dispositivi aventi Android come OS.

John Wu installa il root su Android Q e lo mostra su Twitter

Come anticipato dal titolo, il programmatore informatico John Wu ha svelato la notizia con un post su Twitter. Infatti proprio sul contenuto si nota come l’esperto sia riuscito ad installare Magisk Manager (tool per modificare i permessi di sistema) sulla futura versione Android Q.

Insomma il fondatore di Magisk, non ha resistito nel far sapere ai suoi follower di aver
effettuato con successo il rooted su Android Q, anche senza la distribuzione ufficiale di una qualsiasi versione build. Adesso la curiosità è una: Google quando rilascerà il nuovo OS?

L’idea del colosso di mountain View è quella di aggiungere nuove opzioni su Android Q, alcune però potrebbero non essere di gradimento per gli utenti. Un esempio? La rimozione del tasto indietro, mentre altre interessanti come la funzione “force desktop mode” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *